... ...
Benvenuti nel sito dedicato a tutti i birrificatori casalinghi sparsi per il mondo.

Animated textheadlineswords

Animated textheadlineswords

Vai ai contenuti

All-grain: Serpentina raffreddamento mosto

Serpentina raffreddamento del mosto in acciaio inox

Per troppo tempo ho raffreddato il mosto alla meno peggio, perdendo tempo e rischiando possibili infezioni, quindi vi descrivo il metodo più consono, sicuro e rapido per abbattere la temperatura del mosto bollente, tramite serpentina di raffreddamento.

La scelta del materiale è stata un po' combattuta inizialmente, perché avrei potuto comprare del tubo in rame ricotto che è abbastanza reperibile e si vende a rotoli, ed a casa avrei potuto con l'ausilio di un cilindro ripiegarlo con delicatezza, ma ho avuto troppa paura di eventuali ossidi, che questo materiale può rilasciare nel mosto.

Ho usato già in passato il rame per raccordi nel vecchio filtro bazooka, o per fare il fly sparge, ma quando li lavavo con sale, aceto ed acqua notavo un rilascio abbondante di materiale verde, ed allora ho pensato all'acciaio inox.

Ormai vendono serpentine di acciao inox, ovunque sulla rete, ma ho voluto crearla da me, partendo da un corrugato, adatto all'uso di acqua potabile.


Ho preso un corrugato da 10 metri online, che è arrivato a casa bello serrato da fascette in plastica, ma appena le ho tagliate il tubo è diventato un serpente indomabile, difficilmente modellabile.

Ho seguito dei consigli più o meno validi sulla rete, su come tenere le spire ben ferme, e più regolari possibili.

Alcuni utilizzano delle staffe interne ed esterne, che tramite bulloni e dadi inox, fanno da armatura alla serpentina; altri utilizzano filo di acciaio inox, che stretto opportunamente, tiene bene serrate le spire senza farle muovere.

Non volendo spendere altri soldi per staffe, dadi e bulloni ho preso un rotolo da 7 m, di filo in acciaio inox da 1 mm, che ha fatto il suo lavoro veramente egregiamente.

Ho seguito dei consigli più o meno validi sulla rete, su come tenere le spire ben ferme, e più regolari possibili.

Alcuni utilizzano delle staffe interne ed esterne, che tramite bulloni e dadi inox, fanno da armatura alla serpentina; altri utilizzano filo di acciaio inox, che stretto opportunamente, tiene bene serrate le spire senza farle muovere.

Non volendo spendere altri soldi per staffe, dadi e bulloni ho preso un rotolo da 7 m, di filo in acciaio inox da 1 mm, che ha fatto il suo lavoro veramente egregiamente.


Sotto il link del negozio dove ho preso il flessibile inox:

Ma come partire a modellare il tubo in acciaio inox?


Se si inizia a stringere a casaccio il corrugato, ci ritroveremo una massa informe di tubo avvinghiato al braccio, con zone molto più larghe ed altre più strette; se si prova ad usare un cilindro, come si fa con successo con il rame, non ci saranno versi di modellare il corrugato.

Ho usato l'interno di una pentola, per dare una forma iniziale da cui partire, e per fissare solo i primi 2 o 3 giri di tubo, che poi ho modellato esternamente assicurando di volta in volta, le spire con il filo inox.


Se si procede piegando poco alla volta, e fissando con il filo, verrà un lavoro decente, anche se alcuni punti nel mio caso sono rimasti più aperti rispetto ad altri, questo perché il corrugato precedentemente piegato e ripiegato, mantiene poi forme anomale, che possono comunque essere corrette, con tanta pazienza.


Un'accortezza che va presa subito, è quella di misurare il diametro della vostra pentola di bollitura e regolarvi di conseguenza con la vostra serpentina, ed evitare così, di modellare un wort chiller più largo della pentola.

Secondo il mio parere, mi sono complicato la vita con 10 metri di tubo, e forse con 5, avrei potuto piegarlo manualmente anche così, grossolanamente, senza nemmeno l'ausilio del filo inox.


Date comunque un'occhiata al video che ho fatto dove vi parlo della mia serpentina:

Collegare la serpentina all'impianto idraulico della cucina
Di fianco potete vedere la serpentina in corrugato inox all'opera. Intanto prima di utilizzarla è scontato che debba essere ben pulita, magari con l'aiuto di uno spazzolino che utilizzerete apposta per lei, visto che tra i solchi possono insediarsi sporco e polvere.

Una volta pulita, mettetela nel mosto in bollitura gli ultimi 10 minuti, in modo da sanitizzarla.

Poi per attaccarla all'impianto casalingo, bisogna verificare che tipologia di attacco ha il vostro rubinetto.
Io ho smontato il filtro standard e l'ho sostituito per l'occorrenza con un adattatore che possiede un'uscita fatta apposta per il tubo di gomma, o meglio per il raccordo a stringere da giardinaggio.

Invece alle estremità del corrugato ho applicato dei dadi con anello più guarnizione fatti apposta per questi tubi.

A questi vanno applicati dei raccordi per giardinaggio che poi si collegano ai tubi di gomma o ad altri tubi, visto che per lo scarico dell'acqua ho utilizzato un vecchio tronchetto sempre inox corrugato.

Diciamo che la regola non vale per tutti, perché in base al rubinetto che si ha in cucina e ai tubi disponibili si prendono i raccordi.

Nel video della Birra Dubbel sicuramente potete rendervi conto su come ho collegato la serpentina.


comments powered by Disqus
Tutti i diritti riservati
homebrewing@birrificando.it
homebrewing@birrificando.it
Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti
Histats.com © 2005-2014 Privacy Policy - Terms Of Use - Check/do